Pubblicato da: clementinaolga | 14 ottobre 2007

calma piatta

il mare scuro, piatto, come un mare di petrolio. placido, con i suoi lenti respiri.

la spiaggia, sasso dopo sasso, si stiracchia, si gode qualche raggio di sole, lei, ora che l’estate ha portato via con sè la moltitudine colorata e bisunta di coppertone.

sassi tondi, alcuni grandi, si fa fatica a sollevarli.

entro con timidezza, percorro prima un lato. annuso l’aria. mi avvicino. non fa paura, il mare.

accoccolata davanti al frangersi delle onde, scruto il fondale. tutto immobile.

improvvisamente, splash, la mia bomba è partita, rompe l’equilibrio. esplode. veloci gli anelli di acqua si allontanano, via via, a perdita d’occhio.

e sotto, assestandosi sulla fanghiglia, la pietra solleva un piccolo pandemonio limaccioso. una mini mururoa. senza morti apparentmente, senza scorie.

una bomba inaspettata, un’esplosione senza preavviso. trambusto, pericolo. ma anche cambiamento, rivoluzione, forse l’emergere di nuova vita.

dopo, basta aspettare, come per il dolore, il tempo ricuce, appiana, smorza.

un poco di vento, fresco. il mare è di nuovo calmo, si è già dimenticato tanto sconvolgimento.

stringo nella mano un altro ruvido sasso. lo stringo e non so. e il cuore mi scoppia.

Annunci

Responses

  1. che bello, davvero intenso.
    il mare dentro di noi

  2. ciao paolotta,
    come va? io sto pensando di andare a ny…non dopo aver letto le tue fantastuche, ma veramente tristi, lettere che hai raccolto sul blog. mi ha aftto un sacco ridere quella della francese con il parrucchino. sarà che quando non ho un cazzo da fare mi metto a leggere tutti i tuoi scritti (tipo oggi). vabbè. mi dai due dritte? e qualche indirizzo utile?!!!!….grazie grazie
    cla

  3. ny e’ sempre una buona idea…!!!
    p.s. la francese aveva davvero il parrucchino, e’ stata un’esperienza che mi ha segnata…
    per le “dritte”, ti chiamo o tiscrivo!

  4. Cara Paola,
    bisogna che tu trovi un minutino per scrivere qualcosa sul tuo blog, perchè è dal 14 che ciclicamente lo apro, leggo il tuo ultimo scritto e mi sale la tristezza….ma guardie non ne fai piu’!!!????!!!
    Un bacino e a presto!

  5. no, niente piu’ guardie!!!evviva!
    mi daro’ da fare, non vorrei mai che il piccolo orazio se ne perturbasse…:-)

  6. Ciao paoletta!
    Mannaggia…che triste…mi sa che ci voleva il mocio vileda anche per te quel giorno 😉
    E’ da molto che non scrivi…come va?Bisogna che ti fai sentire o vedere ogni tanto..sento la mancanza di ironia stile cleme!!!
    baciotti!


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: