Pubblicato da: clementinaolga | 8 marzo 2008

mimosa e perizoma

la cassiera del supermercato mi fa gli auguri, mentre tiro fuori 30 euro dal portafogli.

penso di averne bisogno, tra me e me. sorrido.

solo dopo un po’ di rugginoso meditare capisco e mi lusingo del fatto che l’augurio mi fosse stato rivolto in quanto donna. (questo non è dettaglio marginale, per una che per anni è stata scambiata per il suo babbo al telefono e, per facilitarmi l’adolescenza, è stata confusa per il fidanzato di una sua amica – sì sì, fidanzatO, altro che fantasie omosex!)

gesto spontaneo o direttive aziendali? sorrido, optando dentro di me per la prima ipotesi.

alla radio diffusa tra gli scaffali di succhi di frutta e shampoo vitaminizzati in egual misura, il deejay propone spogliarelli maschili a celebrazione di questa festa della donna. o meglio, aggiunge, spogliarelli anche femminili, forse un po’ misti, per una grande festa orgiastica, un’insalata di peni e vagine in saldo, come le buste radicchio e romana prelavate, pronte all’uso.

mi fermo, innervosita. l’8 marzo non è certo quello, borbotto accigliata verso la vetrinetta degli assorbenti, forse non dovremmo nemmeno definirla un “festa”.  immagino per un attimo drappelli di eccitate festeggiate, in balia delle performaces di un maschione. oddio, proprio questo…ma le lotte, i diritti, le idee…

o forse non è il caso di irrigidirsi.

meglio veder il maschione sculettare a pagamento, piuttosto che subirne i soprusi e le violenze. poter dire “me la godo”, senza correre a lavarsi la bocca, o a confessarsi. poter dire, “caro maschione sei tu ora il mio oggetto ludico, giochiamo a questo gioco qui, decido un po’ io, ora”.

ok, divertente. mica dico di no!!!

ma non fermiamoci a questo. sarebbe svilente, per uomini e donne.

Annunci

Responses

  1. in effetti, le donne si sono fatte un po’ prendere in giro da questa festa. Voglio dire che non dovrebbero aderire così in massa a tutte le feste e pagliacciate che vengono organizzate in questo giorno

  2. ops…mi è scappato l’invio…

    Sembra quasi che sia concessa un’ora d’aria, un momento di sfogo, quasi un patto: “ok donne, oggi fate quel che volete, copiateci. da domani si torna alla solita musica…”.
    E voi, voi donne, in generale intendo, aderite! Dovreste ribellarvi, alzare i pugni, boicottare tutte queste feste e organizzarle quando vi pare. Invece ve la stanno portando via, come ci hanno già portato via tutte le altre feste.

  3. cominciassimo tutti a mantenere la dignità di “esseri umani”, donne o uomini , sarebbe già grandioso. ma a volte ho il sentore che non sia ancora troppo di moda.

  4. hai detto giusto, non è di moda. Ci vorrebbe uno sforzo in più da parte di quelli del marketing e inventare una nuova festa, senza distinzione di sesso. Ma non sono molto fiducioso, mi sembra di assistere ad un lento e incessabile declino

  5. forse ti dimentichi l’imbarazzo quando la segretaria delle piscine ci (e dico ci) voleva vendere il costume da bambinoooo …

  6. merda, la vicenda della piscina l’avevo provvidenzialmente rimossa…!:-)


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: