il mostro della porta accanto

dicono che noi giovani – veramente l’espressione “NOI giovani” è un pezzo che non me la sento dire…- vabè diciamo quelli nati dal dopoguerra in poi, insomma, che noi non si legge il giornale.
vero, verissimo.
punta nell’orgoglio, mi compro un quotidiano. leggo con voracità i titoli della prima pagina.
ragazzina XX violentata dall’amico di famiglia. orrore e raccapriccio.
come un carosello messo in fast forward, mi scorrono le immagini delle bonarie e apparentemente innocue facce degli amici dei mei.
l’ing.franco, quello che raccontava le barzellette in genovese. miope come la talpa di lupo alberto, pure bruttino. no, se avesso anche voluto stuprare me o mia sorella – o tutte e due, stile slalom speciale, perchè porre limiti alla virilità – ci avrebbe messo così tanto a mettere a fuoco il bersaglio che saremmo ancora lì.
poi c’e’ il mitico guido, che arrivava con carrate di cioccolatini. a ben vedere avrebbe potuto avermi diciamo in cambio di un paio di etti di gianduiotti, ma credo che la sua bella moglie parigina lo attizzasse ben più delle mutandazze calida bianco dash in dotazione alle gemelle rossi.
e nemmeno giuse, di cui ricordo una foto con la faccia da supermatto e due pistole in mano – papà diceva che erano finte e io naturalmente gli credevo – furbizia da buon donnaiolo, sicuro, ma invece che sprecare energie perchè non mi impressionassi alla vista di un pisello (escluso il legume, di cui, per inciso, ero ghiotta) si dedicava con profitto a sensuali e disinvolte femmine da permaflex. mica scemo, no?
certo, stando alle cronache, resta sempre in agguato il rischio dell’insegnate porcone. ma la mia maestra era una donna, aveva 70 anni e, grazie a dio, non credo fosse pedofila.
mi è andata bene, l’ho scampata bella.
se almeno fossi un’interista sfegatata troverei notizie confortanti, sui giornali. ma sono pallidamente genoana, e  le prodezze calcistiche non mi entusiasmano un gran che.
domani riprovo, chissà che nel giorno del signore non escano notizie più edificanti.
buona domenica, anche a quelle che hanno iniziato a portare il tanga per il saggio di ginnastica di 5 elementare.
P

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: